fbpx

WhatsApp

WhatsApp

WhatsApp

Header2022 1263WEBP

IL BLOG DI TREKKING ED ESCURSIONI

TRA TECETT E PIZZETT S'EM MINGA VIGETT

Sentiero pizzetti Lecco

Un super anello tra i sentieri attrezzati a picco sul Lago di Lecco

A questo giro ci sono state poche adesioni, va da se che la filosofia di Northwestreking è quella che chi si iscrive deve essere poi accontentato e cerchiamo di farlo tornare a casa stanco perchè la montagna è comunque fatica, divertito e soddisfatto.

Ebbene con un gruppetto di donne che hanno in testa il voler progredire nella loro prestanza escursionistico-alpinistica perchè non mettere sul piatto una variante? Quindi cosa si può fare con una Guida Alpina in capo al mini gruppo e un Amm come scopa? Dos is mej che uan! Allora decidiamo di estendere l'anello o meglio, vista la giornata densa di foschia, piuttosto che la cima è più bello fare su e giu tra sentieri vertiginosi, paretine attrezzate, saltini, balzelli, ma qui da dove scendo, ocio a non scarlingare, taches alla catena e compagnia bella...

Partiamo subito poco fuori Lecco con il chiasso della superstrada che rimbomba tra le pareti, ci alziamo subito e passiamo ai piedi delle imponenti pareti del Monte San Martino e di tutta la costiera del Coltiglione. Qui si trovano diverse vie di arrampicata con un settore di circa 2 km di pareti attrezzate. Qui eceggiano nomi strani: Lariosauro, Solarium, Discoteca, Pungitopo. Noi li osserviamo dal basso e diciamo: "echecc ma sono durette qui" Ma tranquille ragazze, noi passiamo sopra queste bastionate infinite!

Così dopo il tour turistico delle falesie della sponda orientale del lago arriviamo finalmente all'attacco del nostro sentiero che parte proprio sotto i piloni della superstrada. Qui tra i "tu tum tu tum" delle macchine che passano sopra i cordoli dei piloni ci imbraghiamo così siamo già pronti all'attacco della via che inizia circa 100 m sopra le nostre teste.

Saliamo faticosamente il ripido sentiero ed eccoci alla prima balza.

Sentiero Tecett

Qui ci accorgiamo subito che il sentiero non pare molto frequentato, tanti sassi mobili, percorso molto sporco di detriti. Meglio procedere cauti e ravvicinati per non tirarci sassi in testa. Partiamo subito sul verticale e in traverso, maledetti traversi li odio! Sei sempre di lato, preferisco di gran lunga il dritto e il verticale. Preferenze a parte il luogo è molto selvaggio, nessuno in giro, il rumore della statale è un ricordo lontano. Sopra di noi si estendono canaloni erbosi sormontati da guglie di dolomia e calacare, sotto di noi le vertiginose pareti che si tuffano nel lago.

Proseguiamo lungo il sentiero che ora sale a volte protetto dalla catena e a volte non proteggibile e dove occorre misurare i passi. Ci infiliamo in un canalino poco simpatico e detritico, unico punto del percorso che occorre molta attenzione. Per fortuna breve ma fa sudare. Sbuchiamo in alto e il sentiero diventa più evidente e marcato. Qui alterniamo cengie esposte a tratti di sentiero, tutto selvatico

sentiero grigna

Vietato soffrire di vertigini anche perchè come si dice in alcuni punti le ciappe si stringono. Le ragazze sono entusiaste e procedono di buona lena, oggi galoppano davvero.

Il sentiero ora prosegue tutto in mezzacosta e tra una pausa e l'altra un gruppetto di camosci risale senza macchia e senza paura i ripidi pratoni intorno a noi, come se fossero al supermercato a fare la spesa. L'ambiente è suggestivo e lungo il percorso scorgiamo sopra le nostre teste la nuova passerella turistica che hanno costruito nei pressi dei Piani dei Resinelli. Da li sopra la vista dei ripidi canaloni è impressionante e noi ci siamo nel bel mezzo di tutto questo. Un mix tra bellezza e severità della montagna.

Considerazioni poetiche a parte dopo una lunga cavalcata tra un canalone e l'altro raggiungiamo il piccolo Rifugio Piazza, sfortunatamente chiuso, mi ero illuso di bere un caffè prima di ripartire!

Qui ci concediamo una bella pausa, il sole a volte scalda ma quando si copre qui tira una brezza! Che fare? Salire in cima per ammirare le cime nella foschia o fare il sentiero dei pizzetti in discesa? Beh non c'è nemmeno da chiedere, qui vogliono ancora verticalità e vertigine, allora giù per i pizzetti. Questo tratto è più roccioso e in alcuni tratti più verticale del primo ma questa volta su ottima roccia. Farlo in salita è un conto, ma farlo in discesa è tutta un'altra storia ma le nostre ragazze oggi sono molto brave

discesa pizzetti

Superiamo un bel saltino di roccia 

sentiero attrezzato

e siamo di nuovo nel bosco, parte difficile terminata ora ci concediamo una bella pausa panoramica sul primo pizzetto, certo Lecco con  suoi capannoni non è il top dei borghi ma il resegone e sempre splendido

Resegone

Ora la discesa fila dritta e veloce alle auto e pronti per festeggiare la bella giornata con una birra fresca. Complimenti a tutte, siete state davvero brave e sicure nella vostra camminata. Grazie al mitico Mauro per la sua pazienza ed esperienza.

escursione di gruppo milano

GUARDA IL FOTOALBUM COMPLETO SU GOOGLE FOTO

e-max.it: your social media marketing partner

INFORMAZIONI UTILI

INTERPRETARE LE DIFFI...

Difficoltà escursionistiche

Come capire se l'escursione che hai visto fa per te!

Interpretare le difficoltà escursionistiche non è cosa semplice per chi è alle prime armi. Qui trovi la descrizione delle scale di difficoltà sia secondo il CAI - Italia (T - E – EE…) e sia secondo il CAS – Svizzera (T1 – T2 …) ...

Leggi tutto...

COME PARTECIPARE ALLE...

Thumb Emoticonquestion

Gite in montagna organizzate con partenze da Milano e Novara.

Perché camminare con noi? Perché andare per monti significa conoscere il luogo che stai visitando e non è semplicemente il seguire zaino in spalla un sentiero indicato da un cartello o segnato su una mappa o il raggiun...

Leggi tutto...

INFORMAZIONI UTILI

INTERPRETARE LE DIFFI...

Difficoltà escursionistiche

Come capire se l'escursione che hai visto fa per te!

Interpretare le difficoltà escursionistiche non è cosa semplice per chi è alle prime armi. Qui trovi la descrizione delle scale di difficoltà sia secondo il CAI - Italia (T - E – EE…) e sia secondo il CAS – Svizzera (T1 – T2 …) ...

Leggi tutto...

COME PARTECIPARE ALLE...

Thumb Emoticonquestion

Gite in montagna organizzate con partenze da Milano e Novara.

Perché camminare con noi? Perché andare per monti significa conoscere il luogo che stai visitando e non è semplicemente il seguire zaino in spalla un sentiero indicato da un cartello o segnato su una mappa o il raggiun...

Leggi tutto...

CONTATTAMI


WhatsApp           Messenger

CONTATTAMI

WhatsApp

oppure


Messenger

ISCRIVITI AL CANALE


Telegram

Ricevi notizie e le news dell'ultim'ora sulle gite in tempo reale

ISCRIVITI AL CANALE


Telegram

Ricevi notizie e le news dell'ultim'ora sulle gite in tempo reale

Per entrare nell'area riservata effettua il login. Se non sei registrato devi registrarti come utente
 Davide Adamo - Accompagnatore di Media Montagna
     Via Monte Rosa 40
     20081 ABBIATEGRASSO (MI)
 Tel.: +39 347 38 63 474
 Email: info@northwestrekking.it

Associato a:

Amm Lombardia

GEA SIEB
SINW

 

Se vuoi ricevere la newsletter con le nuove proposte inserisci il tuo nome e la tua mail. ATTENZIONE: Con questa iscrizione ricevi solo la newsletter. Per iscriversi alle gite occorre registrarsi come utente.

Abilita il javascript per inviare questo modulo