fbpx

WhatsApp

WhatsApp

WhatsApp

escursioni e gite in montagna

INCANTATI DALLE NOSTRE MONTAGNE

Vieni ad emozionarti, in gruppo è più bello

escursioni e gite in montagna

IL BLOG DI TREKKING ED ESCURSIONI

ALTA VIA GLACIALE TRA I GIGANTI ALPINI

Alta via glaciale

Quando vai in alta quota è sempre un emozione!

Ultimo trekking lungo della stagione e non poteva andare meglio di così. A parte un giorno nebbioso, abbiamo sempre avuto giornate belle e con ottima visibilità. A parte il meteo anche il gruppo è stato bello affiatato e simpatico... si sa che la gente che va in montagna è speciale!

Intanto con questo trekking abbiamo superato i 3000 m sfiorando ghiacciai e godendo di panorami davvero unici e che ci invidiano un po' da tutto il mondo.

Cominciamo dall'inizio, quando ci troviamo con tutti o quasi al parcheggio e dopo le presentazioni del caso , briefing, strette di mano virtuali, di dove sei, che cosa fai... ci mettiamo in cammino.

Oggi la tappa è tranquilla e facile quasi tutta su buoni sentieri e strada carrozzabile. Passiamo prima in rassegna al bel paesino di Rhêmes-Notre-Dame, mi raccomando gli accenti circonflessi al posto giusto! Poi ci inoltiamo tra il rado bosco puntando dritti verso l'elegante e imponente cima della Granta Parey dove ai suoi piedi si trova il nostro rifugio. Prima però quattro chiacchiere, qualche fiore e un bel laghetto alpino.

21 08 AltaViaGlacialeVDA 2 6366 600

Il bello deve ancora venire! Così visto che si avvicina l'ora del pranzo decido di arrivare almeno a metà salità per non riempire gli stomaci e poi farci tutto il dislivello con la pancia piena. Così raggiungiamo il bel torrentello della Dora di Rhêmes e ci appartiamo per mangiare il frugale pranzo dell'escursionista, intanto che si parla di montagna, di corse, di camminate, di quanto è bello questo mondo fatto di fatiche fisiche ma grandi soddisfazioni.

Bene ora ci guadagniamo la cascata

21 08 AltaViaGlacialeVDA 6375 600

E così zizzagando sulla strada e facendo qualche bel taglione che non fa mai male, raggiungiamo la splendida conca del rifugio

21 08 AltaViaGlacialeVDA 6382 600

Prendiamo posto e ci viene riservato tutto il locale invernale per noi dove stiamo abbastanza larghi, peccato il dover uscire dal rifugio per andare a mangiare. speravo nelle camere al piano superiore ma in genere vengono riservate per gruppi più piccoli viste le problematiche legate al covid. Che fare per tirare sera? Birra e torta con il bel panorama dal rifugio. Intanto nel tardo pomeriggio ecco il messaggio SMS dell'ultimo partecipante che per problemi di lavoro è salito a sera al rifugio, così lo vediamo arrivare di gran passo poco prima di cena. Nell'ordine in questo gruppo abbiamo una corposa delegazione piemontese sparsa tra alessandrino, monferrato (detti anche i Casalesi) e novarese, una delegazione milanese, una rappresentante di origine incerta tra Varesotto, Comasco, Milanese, una rappresentante pienamente comasca, una ambasciatrice della Romania e una rappresentante mista tra Novarese e Lecchese... che strani intrecci. Il sottoscritto invece ha origini miste: siculo-lombardo-piemontese di adozione e valdostano di affezzione ora anche un po' orobico. Nel gruppo si distinguono già i Casalesi per la loro lunga esperienza di trekking in varie parti del Piemonte, un Novarese che è partito con uno zaino da 80 litri colmo di merendine.... aveva paura di restare senza cibo? mah chi lo sa!

A cena, si rompe meglio il ghiaccio, si chiacchiera si ride, si scherza e se magna!

Al mattino sveglia prestooo! E' ora di muoverci! meteo straordinario anche se il vento è forte e teso ci fa indossoare tutto quello che abbiamo. Facciamo colazione, il merendinaio novarese si mangia le sue quattro o cinque brioches e siamo pronti a partire.

21 08 AltaViaGlacialeVDA 6387 600

Il primo tratto ha una discreta pendenza quindi lo affrontiamo con passo lento e tranquillo anche perchè oggi si superano i 3000 m, quindi meglio non prenderla troppo di petto. Sali di qui, zizzagga di là, guarda in su, qualche foto ed ecco arrivati al bel pianoro del Lago Goletta. Qui entriamo ufficialmente nel regno glaciale pre 3000 m!

21 08 AltaViaGlacialeVDA 6408 600

Foto di rito, una pausa e poi iniziamo ad affrontare la parte più tecnica dell'intero trekking. La salita al Col Bassac Derè. Nulla di difficile ma la quota, unita al terreno più pietroso, il vento e un piccolo nevaio rende tutto più faticoso.

21 08 AltaViaGlacialeVDA 6425 600

Basta solo tenere duro, regolare il passo, prendersi il tempo necessario ed eccoci al colle dove davanti a noi si apre un panorama da urlo!

21 08 AltaViaGlacialeVDA 6426 600

Per fortuna il colle ci offre un ottimo riparo al sole ed è possibile effettuare una bella sosta, mentre raccolgo adesioni per fare la cima della Becca Traversiere poco sopra di noi. Qualcuno decide saggiamente di fermarsi vista la fatica altri mi seguono.

Iniziamo a salire su facile sentiero che mano a mano diventa sempre più pietroso ma sempre di facile percorrenza. Nella parte alta scorgo già dei bei nevai che potrebbero creare problemi. Intanto cerchiamo di salire più in quota possibile per vedere la situazione neve. Il terreno si fa poco più ripido e lievemente esposto ma sempre con ottimi margini di sicurezza. A circa 20 metri dalla cima un bel nevaio in traverso mi fa pensare: siamo senza attrezzatura adeguata per affrontare anche se breve un traverso. E' davvero un brevissimo tratto, circa una decina di metri, ma siamo anche su un traverso dove poco sotto si apre un bel pendio ripido. Cosa fare? Beh da questo punto vediamo nell'ordine: Monte Bianco, Grandes Jorasses, Dente del Gigante, Combin, Velan, Cervino, Monte Rosa, Gran Paradiso, Grivola,  Monciair e Ciarforon. Può bastare per non rischiare di finire di nuovo al Lago Goletta con un volo di 500 m? Direi di sì e anche per molto meno, quindi la cima possiamo dire di averla sfiorata e le chiappe portate tutti a casa salve!

Qualche istruzione per una discesa sicura sui sassi coperti di neve e siamo di nuovo al passo per un veloce pranzo.

Radunato tutto il gruppo di escursionisti iniziamo a scendere costeggiando il bellissimo ghiacciaio di Gliairetta ai piedi della Grand Sassiere. Qui troviamo il secondo punto tecnico del trekking. Una facile paretina roccisa molto friabile che mette a dura prova le abilità arrampicatorie del gruppo. Ma basta un metti piede la, metti mano qui, spingi con la gamba che siamo tutti di nuovo sul sentiero delle autostrade valdostane.... meno male che qui almeno non si paga il pedaggio!

Ora ci tocca la lunga, lunghissima discesa al Rifugio Bezzi, ma siamo felici di aver avuto la fortuna di ammirare un paesaggio incredibile.

21 08 AltaViaGlacialeVDA 6481 600

Il rifugio è più confortevole e spazioso del precedente e possiamo finalmente riposarci, lavarci e trascorrere il resto del pomeriggio recuperando le forze. Cena, buona, e poi tutti a nanna. L'indomani si deve partire presto in quanto al pomeriggio sono previsti temporali e con questo caldo possono essere piuttosto violenti.

Drin Drin la sveglia è all'alba e dopo una buona colazione si parte. Sono le 7.15 del mattino, per me è uno degli orari più belli per partire a camminare. Le nubi si fanno subito notare e mentre risaliamo il ripido pendio sopra il rifugio le cime iniziano a coprirsi. Oggi è una tappa tranquilla, non ci sono particolari difficoltà a parte qualche attraversamento di pietraie e piccoli e facili sfasciumi. Però con le previsioni non molto buone occorre non perdere tempo e cercare di anticipare piogge e temporali.

Intanto l'atmosfera è comunque suggestiva e qualche cima innevata tra le nubi ci appare e qualche occhiata di sole ci fa ben sperare

21 08 AltaViaGlacialeVDA 6521 600

La fortuna vuole che il giorno meteorologicamente più brutto facciamo il percorso meno panoramico.

Comunque la nostra dose di bellezza ce l'abbiamo anche oggi e arriviamo al rifugio proprio all'orario di pranzo, dove ci possiamo concedere una buona mangiata. In rifugio passiamo il pomeriggio a riposare e a riprenderci dalle fatiche. Qualche strano incontro in rifufgio con un personaggio alquanto instabile ma tutto sotto conrollo! Da li a poco oltre un'ora inizia a piovere e noi siamo al calduccio del nostro rifugio consapevoli che il giorno successivo ci sarà una bellissima giornata di sole.

Altro giorno, altro sole! Oggi si rientra a Rhêmes! La salita è bella fresca e frizzante e prima di partire dopo il saluto innervosito del personaggio strano e curioso che scalciando il cane del pastore lo lasciamo partire avanti per non averci a che fare... ci immergiamo nel bellissimo vallone dell'Epee.

Oggi le gambe iniziano a farsi sentire ma per fortuna abbiamo poco dislivello in salita e tanto in discesa. Troviamo un bel gruppo di vacche al pascolo e noi ci facciamo anche la foto ricordo

21 08 AltaViaGlacialeVDA 6533 600

Poi finalmente raggiungiamo il passo e il sole, mentre abbiamo ancora delle spledide vedute su Monte Bianco da un lato e Gran Paradiso dall'altro. Un tripudio di 4000 e ghiacciai!

Ora inizia il bello, la ripida discesa dal Col Finestra che preoccupa qualcuno ma di fatto una volta che ci sei dentro non è poi così ripida! Anzi i famosi stambecchi che tanto ho sostenuto di incontrare ce li troviamo proprio davanti

21 08 AltaViaGlacialeVDA 6560 600

Finito il discesone ripido ci mettiamo nel bel pratone sottostante per mangiare qualcosa e reidratarci, ora il sole inizia ad essere forte.

Un ultimo traverso ripido e poi una bella discesa fino al paese dove quattro giorni prima abbiamo lasciato le auto chiudendo un meraviglioso giro ad anello tra gli splendidi ghiacciai delle Valli di Rhêmes e Valgrisenche.

Complimenti a tutti per, siete stati davvero in gamba e soprattutto simpatici. Altri quattro meravigliosi giorni di montagna con Northwestrekking...

21 08 AltaViaGlacialeVDA 6409 600

GUARDA IL FOTOALBUM COMPLETO SU GOOGLE FOTO

e-max.it: your social media marketing partner

EVENTI IN EVIDENZA

Non ci sono eventi futuri

INFORMAZIONI UTILI

INTERPRETARE LE DIFFI...

Difficoltà escursionistiche

Come capire se l'escursione che hai visto fa per te!

Interpretare le difficoltà escursionistiche non è cosa semplice per chi è alle prime armi. Qui trovi la descrizione delle scale di difficoltà sia secondo il CAI - Italia (T - E – EE…) e sia secondo il CAS – Svizzera (T1 – T2 …) ...

Leggi tutto...

COME PARTECIPARE ALLE...

Thumb Emoticonquestion

Gite in montagna organizzate con partenze da Milano e Novara.

Perché camminare con Adamo Davide Guida Escursionistica Ambientale? Perché andare per monti significa conoscere il luogo che stai visitando e non è semplicemente il seguire un sentiero indicato da un cartello o segnato...

Leggi tutto...

INFORMAZIONI UTILI

INTERPRETARE LE DIFFI...

Difficoltà escursionistiche

Come capire se l'escursione che hai visto fa per te!

Interpretare le difficoltà escursionistiche non è cosa semplice per chi è alle prime armi. Qui trovi la descrizione delle scale di difficoltà sia secondo il CAI - Italia (T - E – EE…) e sia secondo il CAS – Svizzera (T1 – T2 …) ...

Leggi tutto...

COME PARTECIPARE ALLE...

Thumb Emoticonquestion

Gite in montagna organizzate con partenze da Milano e Novara.

Perché camminare con Adamo Davide Guida Escursionistica Ambientale? Perché andare per monti significa conoscere il luogo che stai visitando e non è semplicemente il seguire un sentiero indicato da un cartello o segnato...

Leggi tutto...

CONTATTAMI


WhatsApp           Messenger

CONTATTAMI

WhatsApp

oppure


Messenger

ISCRIVITI AL CANALE


Telegram

Ricevi notizie e le news dell'ultim'ora sulle gite in tempo reale

ISCRIVITI AL CANALE


Telegram

Ricevi notizie e le news dell'ultim'ora sulle gite in tempo reale

Per entrare nell'area riservata effettua il login. Se non sei registrato devi registrarti come utente
 Davide Adamo - Guida Escursionistica Ambientale
     Via Monte Rosa 40
     20081 ABBIATEGRASSO (MI)
 Tel.: +39 347 38 63 474
 Email: info@northwestrekking.it

Associato a:

 

GeaVcoLogo 80

Se vuoi ricevere la newsletter con le nuove proposte inserisci il tuo nome e la tua mail. ATTENZIONE: Con questa iscrizione ricevi solo la newsletter. Per iscriversi alle gite occorre registrarsi come utente.

Abilita il javascript per inviare questo modulo