TREKKING TRA LA BINNTAL E L'ALPE DEVERO

Due stupende giornate di escursionismo tra il parco Veglia-Devero ed il Landschaftspark Binntal

BinnDevTrek Red 7601Il 26 ed il 17 Settembre li abbiamo dedicati a salutare l’estate appena finita e a dare il benvenuto all’autunno; Quest’anno il trekking di fine estate si è svolto percorrendo sentieri storici come quello che conduce alla Bocchetta d’Arbola, Albrunpass per gli svizzeri, e sentieri più arditi come il Passo della Rossa.

Sono state tante le emozioni: la bellezza che questi paesaggi trasmettono, l’erto sentiero del Passo della Rossa, l’udire i cervi bramire e vedere le pernici bianche iniziare il cambio della muta nel loro ambiente naturale, ma andiamo per ordine:

1° GIORNO:
Una volta radunato il gruppo a Gravellona Toce, ci fermiamo per una colazione veloce prima di varcare il Sempione e dirigerci con le auto a Binn. Raggiunta la testata della Binntal parcheggiamo le auto ma il parchimetro ahimè non funziona. Non accetta le monetine e non ci da nessun biglietto… panico, non vorremmo prendere una multa in Svizzera!! Siamo appunto nel paese del “tutto funziona” e vuoi che non ci sia l’addetto del parcheggio pronto a rimettere in funzione l’apparecchio!? Detto, fatto! Alle mie spalle arriva un omino che prontamente ripristina l’apparecchio così noi possiamo fare il nostro dovere di “turisti”!
Ci incamminiamo poi verso le 10.45 alla volta dell’Albrunpass, la giornata è tersa e l’aria frizzante, si sente che l’estate è ormai conclusa. Questa situazione è però un vantaggio perché si cammina senza sudare tanto e l’aria fresca ci mantiene allegri. La compagnia è ottima e vedo già un buon affiatamento del gruppo. Camminiamo con un passo tranquillo visto che abbiamo tutta la giornata davanti a noi e tra qualche mia spiegazione sull’ambiente circostante, qualche battuta scherzosa e piccole pause per tirare il fiato, raggiungiamo la graziosa Binntalhütte dove ci fermiamo per mangiare il nostro pranzo frugale. Questo piccolo rifugio è un gioiello perché conserva ancora il fascino dei veri rifugi di montagna così dopo pranzo entriamo per berci un caffè caldo prima di rimetterci in marcia.BinnDevTrek Red 7618

Il passo è a circa 30 minuti di cammino dal rifugio ed una volta raggiunto salutiamo il versante svizzero ammirando le belle cime del Bietschorn, Nesthorn e la punta dell’Aletschorn. Varcata la sella eccoci in Italia con la visione del grande est di Devero dalla morbida distesa di praterie e pascoli costellati da stupendi laghetti. Un paradiso! Se la Binntal ci permette di ammirare i ghiacciai più grandi delle Alpi, il Devero ci fa godere dei suoi dolci pascoli e delle zone umide di grande bellezza. Iniziamo finalmente a scendere ammaliati dal panorama, il sole è ancora presente e la giornata tiepida ci fa star bene. Giunti a Piamboglio deviamo verso il Canaleccio per ammirare i suoi piccoli specchi d’acqua e vedere i coltellacci natanti, che sono piante rare e preziose abbondanti in queste zone. Stanchi dalla lunga giornata arriviamo a Crampiolo dove veniamo accolti dalla piacevole e confortevole struttura della Baita. Riusciamo tutti a farci una doccia veloce e alle 19.30 siamo con le gambe sotto il tavolo per gustare le specialità che in questa piccola locanda sono ottime e abbondanti. Una cena ottima che ci ricarica le pile passata anche in allegria, grazie anche al vino che ci tiene allegri. Dopo cena facciamo quattro passi tra le piccole case di Crampiolo prima di andare a dormire.

2° GIORNO:
BinnDevTrek Red 7632Ho un gruppo di Escursionisti con la “E” maiuscola, perché al suonare della sveglia erano già in piedi intenti a prepararsi per la seconda giornata di cammino! Io mi alzo poco prima di loro ed esco per controllare la giornata. Le previsioni davano nubi ma senza rischio di pioggia in pratica solo un po’ di umidità, invece appena esco dalla stanza trovo il cielo era completamente libero da nuvole con ottima visibilità. Mi vesto velocemente per uscire a scattare qualche foto dell’alba che a Crampiolo è molto suggestiva. Dopo colazione faccio un piccolo briefing per introdurre il percorso che affronteremo e poi ci mettiamo in marcia. Prima di iniziare a salire ai piani della Rossa facciamo una piccola deviazione per visitare la fornace della calce, purtroppo poco visibile è un po’ malconcia. Ci rimettiamo in marcia e accenno al gruppo che potremmo sentire, se non addirittura avvistare, i maschi dei cervi in amore che con i loro bramiti attirano attorno a se le femmine. Difatti dopo qualche minuto di cammino sentiamo un bramito non molto distante da noi e orgogliosamente dico: “visto che stavolta ci hanno accontentato?!” Abbiamo atteso immobili qualche minuto per vedere se da qualche parte tra i larici si lasciasse vedere il cervo, ma nonostante la sua stazza non siamo riusciti a scorgerlo.
Riprendiamo il cammino sull’erto sentiero alla volta del Passo della Rossa e dopo qualche piccola sosta per riprendere fiato raggiungiamo il punto chiave del trekking: la famosa scaletta ed il tratto attrezzato per raggiungere il ripiano “marziano” sottostante il passo della Rossa.

BinnDevTrek Red 7661

Assieme a noi arriva anche la nebbia, ma non mi preoccupo perché so quasi per certo che sul versante svizzero splende il sole. Quello che pensavo sarebbe stato difficoltoso per alcuni si è rivelato invece più facile del previsto e anche un pizzico divertente e in poco arriviamo al pianoro. Qui invece i continui sali scendi sui blocchi rocciosi ci ha rallentato un pochino, ma in compenso abbiamo avvistato da distanza abbastanza ravvicinata un piccolo gruppetto di pernici bianche che stavano iniziando a cambiare la muta per prepararsi ad affrontare l’inverno.
Finalmente raggiungiamo il tanto sospirato passo dove ci fermiamo per pranzare. La stanchezza per alcuni ha creato qualche difficoltà a scendere a valle sia perché il terreno era ancora pietroso e sia perché nelle gambe c’era anche la fatica del giorno precedente. Con qualche pausa in più raggiungiamo finalmente le nostre auto concludendo questo bellissimo percorso tra le montagne ossolane e svizzere.
Sono soddisfatto di questi due giorni: abbiamo passato dei bei momenti, siamo stati bene, abbiamo gustato un ottima cena, abbiamo avvistato qualche animale selvatico ma soprattutto ci siamo divertiti. Complimenti a tutti i partecipanti siete stati bravissimi.
Alle prossime escursioni!

BinnDevTrek Red 7621

GUARDA IL FOTOALBUM COMPLETO SU GOOGLE+

e-max.it: your social media marketing partner

Associato a:

 

GeaVcoLogo 80