LA LINEA CADORNA TRA IL MONTE SPALVERA ED IL MORISSOLO

Un percorso semplice nella natura ai confini del Parco Nazionale Valgrande e dalla storia intensa fatta di uomini, donne e militari.

SpalveraMorissRed 5448

L'escursione di questa Domenica si è svolta in luoghi dai grandi panorami, dalla natura rigogliosa e dalla forte impronta storico-culturale.

Ci ritroviamo tutti a Verbania con il cielo azzurro anche se qualche piccola nube è addossata ad alcune cime.

Ci beviamo un caffè come rituale propiziatorio per la giornata che di solito funziona! poi saliamo in macchina per raggiungere Piancavallo e Colle. In auto intanto si fa conoscenza con il gruppo per rompere un po' il ghiaccio.

Arrivati a Colle il Meteo è ancora bello: si sente l'aria frizzante di questa primavera indecisa ma per fortuna le nubi rimangono relegate lontane alle cime più alte.

Ci incamminiamo lungo la mulattiera militare che con la sua pendenza regolare ci permette di tenere un passo tranquillo e costante per la gioia di tutti; Notiamo come, nonostante il tempo, i piccoli smottamenti del terreno e l'avanzare della vegetazione, i muri a secco per il contenimento della strada sono ancora in buone condizioni. Per realizzare queste opere ci hanno lavorato centinaia di scalpellini che hanno sapientemente modellato le pietre per incastrarle e posarle in maniera sicura e ferma.

Tra una chiacchera e l'altra arriviamo in cima con ancora un pallido sole e come da previsioni durante il pomeriggio sono arrivate un po' di velature ma per fortuna senza precipitazioni. In vetta tirava una bella arietta fresca e dalla "pelle d'oca" sulle nostre braccia ho dedotto che pranzare qui non era una bella idea.SpalveraMorissRed 5447

Decido quindi per la discesa a Colle dove potremo approfittare del mercatino dei libri usati come pretesto per fare una pausa pranzo prima di proseguire verso il morissolo. Lungo la discesa nel bosco troviamo, nascoste tra la vegetazione, altre trincee segno evidente che qui non c'era il bosco che attualmente vediamo.

Alla fiera del libro ci concediamo una pausa da signori: Abbiamo anche le sdraio, quale migliore situazione!? ci viene persino offerto il caffè, che non rifiutiamo, e noi ringraziamo acquistando un buon libro da leggere. Lascio a voi immaginare le mie letture quali siano!!!IMG 20150526 222237

Il momento di pausa è piacevole ma il cammino, anche se facile e meno faticoso di quello del mattino, ci attende. Quindi "gambe in spalla" e riprendiamo il cammino lungo un bel sentiero immerso nella faggeta dove lungo il percorso, possiamo ammirare la ricostruzione di una antica carbonaia. Qui parte il mio "spiegone" su come veniva prodotto il carbone che serviva per scaldare le case degli "sciuri" milanesi!

Sono una persona comprensibile e non mi faccio prendere la mano da lunghi monologhi così raggiungiamo in breve il colletto del Morissolo. Passiamo prima per la serie di gallerie scavate nella roccia della montagna, dove in alcuni punti aperti si gode un bellissimo panorama verso il lago. Una volta superate le gallerie ci attende una breve scaletta ed un irto sentiero lievemente esposto per raggiungere la cima da dove si gode un bellissimo panorama su Cannero, Luino e Locarno mentre di fronte a noi si ergono sulla sponda Lombarda il Monte Lema ed il Monte Tamaro.

Il cielo ha ormai coperto il sole ma non il nostro entusiasmo e allegria, ci concediamo perciò un'altra piccola pausa in cima ammirando il ramo del Lago Maggiore che si protende verso sud per poi iniziare a scendere lungo il sentiero che ci porterà alle auto.

Un'altra giornata interessante ricca di incontri e di cultura è passata. Complimenti a Annarita, Fiorella e Marco che mi hanno dato tanta soddisfazione con il loro interesse in ciò che racconto.

SpalveraMorissRed 5473

GUARDA IL FOTOALBUM COMPLETO SU GOOGLE+

e-max.it: your social media marketing partner

Associato a:

 

GeaVcoLogo 80