UN SUPER ANELLO AI PIEDI DEL ROSA

Escursione dal fascino glaciale nella terra dei Walser

Escursione del 16 Luglio 2017

17 07 MacuZamboni 6072 smallReduce da un sabato lungo, sono pronto per una lunga Domenica.

Si parte da Milano con i gitanti pimpanti ed una guida sbadigliante e ritrovati con i novaresi e varesini a Gravellona Toce ci fermiamo al bar "voncio" per la consueta colazione.

Con la briosches che fermenta nei nostri stomaci affrontiamo le mille più una curve che ci portano alla testata della Valle Anzasca ai piedi del Monte Rosa dove troviamo una Macugnaga affollata. Iniziamo la nostra escursione e ci incamminiamo lungo le monotone e ghiaiose piste da sci del Burky

17 07 MacuZamboni 6015

Mentre noi sudiamo lungo il sentiero, sopra le nostre teste flotte di turisti salgono fino al Belvedere per affrontare l'ultimo "dislivello" che conduce al rifugio. Noi invece preferiamo goderci questo spettacolo con la calma dei nostri passi, perchè raggiungere la meta con le nostre forze è più appagante che trovarsi il panorama servito al tavolo.

17 07 MacuZamboni 6032

Gli scorci panoramici non mancano, ma una volta che abbiamo raggiunto il Belvedere anche gli scorci gastronomici non mancano. Per evitare distrazioni da parte della truppa affamata mi spalmo sul menù fuori dal ristoro per evitare tentazioni.

Ma la fame viene temporaneamente allontanata dalla vista del ghiacciaio del Belvedere ormai coperto dai detriti, qui parte il mio spiegone mentre raccomando di evitare degli strani esseri rotolanti e stridenti che potrebbero scendere dalla montagna, sono pericolosi perchè portano male! Insieme ai miei gitanti noto che alcuni turisti tendono l'orecchio per ascoltare il mio monologo sul ghiacciaio.

17 07 MacuZamboni 6043

Ora il dislivello più grosso è fatto e ci accodiamo lungo il sentiero pieno di gente per raggiungere il nostro ambito rifugio e dove finalmente, potremo ristorarci per benino.

Chi va di polenta, chi di torta e chi di Fil da Fer stiamo dentro al rifugio per prendere un po' di ombra perchè oggi il sole è davvero forte. Si parla di viaggi, di montagne, di vacanze e per fortuna non di lavoro! ma come sempre il tempo passa e ci aspetta un lungo rientro per un sentiero alternativo.

Prima andiamo a salutare una amica conosciuta nei pressi del rifugio

17 07 MacuZamboni 6072

Visto che i gitanti sono ancora abbastanza pimpanti, iniziamo il nostro cammino percorrendo il lungo traverso che ci porta ad ammirare qualche fiore in più rispetto all'andata.

17 07 MacuZamboni 6103

Saliamo di circa cento metri ancora per poi raggiungere i "Piani Alti" dove un enorme ecomostro in stato di abbandono domina la frazione di Pecetto. Segno di un tempo quasi glorioso dello sci e oggi in completo abbandono.

Ora ci aspetta una lunga discesa con qualche tratto più complicato del solito a causa di una frana e un bagno di formiche. Proprio così un tratto del sentiero è letteralmente invaso dalle Formiche rufe tanto che mentre camminiamo ce le ritroviamo sui pantaloni, qualcuno addirittura pensa di averle nello scarpone che gli sta facendo la pedicure!

17 07 MacuZamboni 6133

E finalmente la lunghissima giornata di escursionismo termina. Tante faccie stanche, la testa cotta dal sole ma lo sguardo ammirato è ancora rivolto alla parete est del Monte Rosa.

Bravissimi tutti anche oggi ho accompagnato belle persone, allegre e spensierate perchè la montagna deve essere così per noi.

17 07 MacuZamboni 6080 

GUARDA IL FOTOALBUM COMPLETO SU GOOGLE FOTO

e-max.it: your social media marketing partner

Associato a:

 

GeaVcoLogo 80