TRE SIGNORI E DUE DAME

Una lunga cavalcata ad anello sul Pizzo dei Tre Signori

Escursione del 18 Giugno 2017

17 06 TreSignori 5146 smallCi sono gite con tante persone e gite nelle quali si è in quattro gatti, questa è stata una di quelle in cui eravamo tre signori e due dame! Se con un gruppo piccolo piccolo il guadagno è pressochè nullo, dal punto di vista escursionistico si possono sfornare delle varianti fresche e gustose. Il sottoscritto è da diversi anni che non percorre quei sentieri, ma il naso ormai è raffinato e il percorso lo estrae brillantemente anche da una improbabile mappa poco attendibile! Peccato che queste zone non dispongono di una cartografia adeguata.

Alle 9.30 siamo già sul pezzo scalpitanti di raggiungere la cima. Le previsioni parlavano di bel tempo ma sopra di noi stazionavano delle nubi di calura che coprivano le cime orobiche. Senza farci scoraggiare iniziamo a salire lungo il bel pendio erboso delle piste di Pescegallo, oggi è tutta una variante e visto che ho con me gente tosta ci si può sbizzarrire con un lunghissimo percorso ad anello con difficoltà di vario genere: lunghezza, dislivello, esposizione, traversi infidi, nevai e roccette, il tutto condito con allegria e simpatia.

17 06 TreSignori 4942

Saliamo un bel canalino di roccia popolato da persone di vario genere: dal ragazzino con scarponcini assieme al papà alla ragazzina con gli stivaletti da passeggio made in china e i fantasmini ai piedi accompagnata dal nonno. Dopo il colorito pubblico del canalino roccioso eccoci al Rifugio Benigni con il suo spettacolare balcone panoramico.

17 06 TreSignori 4947

Qui ha inizio il nostro lungo percorso in traverso verso il Rifugio Grassi per intercettare la salita al Pizzo dei Tre Signori e tra una chiacchiera, un fiore e qualche scorcio di panorama tra le nebbie ecco apparire dei veri amanti della montagna

17 06 TreSignori 4954

Dalla mia testa escono mille caratteri di questo tipo: @ ! # § ... che si traducono in imprecazioni e offese verso questi "frequentatori della montagna" il bello è che siamo anche nel Parco Naturale delle Orobie Valtellinesi e nessuno vigila su queste cose che dovrebbero essere vietate nelle aree naturali protette.

Calmata la mia ira, riprendiamo il cammino e tra una cresta panoramica sulla nebbia e dei traversi un po' adrenalinici raggiungiamo il sentiero che sale dalla Valsassina e qui inizia lo spettacolo: L'incontro con un gruppo di stambecchi che si lasciano fotografare meglio di una modella di Vogue.

17 06 TreSignori 4984

Gli facciamo persino un bel video

Sono anni che frequento la montagna e quando vivo questi momenti è come se fosse per me la prima volta, la natura e il suo mondo selvaggio sono incredibili ed emozionanti.

Le pause sono lunghe e le foto tante ma è ora di riprendere la salita verso la cima ormai vicina

17 06 TreSignori 5007

Se il percorso appena fatto era solitario e silenzioso, in cima ci siamo ritrovati in mezzo ad una "festa in piazza" la maggior parte erano saliti dal facile sentiero del Rifugio Grassi o dal Falc, noi che siamo escursionisti eroici invece abbiamo scelto l'itinerario più wild!

Foto di vetta, un piccolo pisolo sulla vetta e poi riprendiamo la discesa senza prima non aver scattato altre fotografie agli stambecchi.

Raggiungiamo il Rifugio Falc e veniamo accolti da una bella musica di sottofondo che ci invita al riposo e al bere qualcosa di fresco, vorremmo stare qui ma la strada per il ritorno è ancora lunga. Siamo ormai a pomeriggio inoltrato, la luce del sole inizia a disegnare le ombre sulle montagne, le nubi di calore iniziano ad alzarsi e lasciare spazi di azzurro brillante con atmosfere stupende. 

17 06 TreSignori 5128

Ma in una bella e lunga giornata l'intoppo ci deve sempre essere ed ecco che gli scarponi di una gentil dama decidono di andare in pensione in Val Gerola staccandosi insieme dalle rispettive tomaie. Per fortuna che il sottoscritto ha fatto un corso di calzolaio ambulante e in men che non si dica con operazione chirurgica riesce a sistemare gli scarponi per dare la possibilità alla gentil dama di scendere senza dover fare il sentiero a piedi nudi.

IMG 20170618 173522

Tic tac tic tac il tempo intanto passa, la luce è sempre più bella e siamo ormai in dirittura di arrivo a Pescegallo in un ambiente stupendo

17 06 TreSignori 5146

Quando siamo alla macchina è quasi ora di cena, ci aggiorniamo sul traffico tra Lecco e Milano che risulta come da previsione bloccato, quindi che si fa? Pizzoccheri e birra!

Complimenti ai miei fedeli escursionisti, oggi vi ho fatto faticare per bene, abbiamo camminato a lungo tanto da chiudere la serranda della giornata escursionistica in Val Gerola, abbiamo goduto insieme delle meraviglie di questo angolo di orobie, avvistato stambecchi e un paio di marmotte e abbiamo passato una bella giornata, cosa chiedere di più? I pizzoccheri!!

 17 06 TreSignori 5023

GUARDA IL FOTOALBUM COMPLETO SU GOOGLE FOTO

e-max.it: your social media marketing partner

Associato a:

 

GeaVcoLogo 80