CON L'ORATORIO AL LAGO DELLE FATE

Una facile e allegra ciaspolata con i ragazzi dell'Oratorio S.G. Bosco di Abbiategrasso

Escursione del 19 Febbraio 2017

QuarazzaOratorio 1685 smallCiaspole, ciaspole e ancora ciaspole! Ci sono luoghi ideali per portare un gruppo misto tra adulti e bambini neofiti della ciaspola, il lago delle fate è uno di quelli. Itinerario facilissimo e sicuro, un luogo bello e interessante, un piccolo ristoro per accogliere i golosi.

Partiamo con il buio da Abbiategrasso, lasciandoci alle spalle la nebbia e l'umido del piattume padano e in men che non si dica eccoci nei pressi del Lago Maggiore dove dai finestrini del bus ci godiamo lo spettacolo delle nubi sotto i nostri piedi, anzi direi ruote, mentre il sole inizia a salire all'orizzonte. Un buon auspicio per la giornata che verrà.

Mentre il bus arranca tra le strette curve della Valle Anzasca iniziamo ad aprire gli occhi e a pensare alla colazione che come sempre è un dovere oltre che una necessità. La neve è pochissima, qualche piccola preoccupazione inizia a salire, ma il giorno prima mi ero sincerato che ce ne fosse a sufficenza per muovere i primi passi con gli zatteroni da neve ai piedi!

Macugnaga mon amour, che spettacolo di giornata la mia esclamazione appena scendo dal bus e uscendo dal mio stato comoso come un generale dell'esercito impartisco ordini agli aspiranti ciaspolatori per assaltare il bar alla ricerca delle ultime brioches fresche. Nel frattempo il sottoscritto, degno della sua fama di Sherpa, va a recuperare le ciaspole al noleggio caricandosi all'inverosimile.

Pronti ciaspole viaa! Prima di incamminarci faccio un mini corso di ciaspole che diventa una lezione mista tra il nordic walking e la danza del pinguino ma la mia gestualità ha reso bene l'idea di come muoversi e così i miei prodi cadetti iniziano la loro marcia verso la Val Quarazza.

QuarazzaOratorio 1643

Attraversiamo un bel ponte

QuarazzaOratorio 1654

Percorriamo un bellissimo bosco fatato

QuarazzaOratorio 1670

Mentre il sole ci illumina d'immenso.

QuarazzaOratorio 1675

La giornata è calda, direi quasi da maniche corte anche se una leggera brezza ci fa tenere la giacchetta, ma tra chiacchere allegre e passo deciso

QuarazzaOratorio 1676

Eccoci arrivare in Val Quarazza, antica via di comunicazione dei Walser, al cospetto del Passo del Turlo 2.738 m e del Corno Piglimo 2.894 m

QuarazzaOratorio 1685

Ma non ci fermiamo mica qui, siamo venuti per camminare e imparare ad usare le ciaspole. Assumendo di nuovo il ruolo da generale di corpo d'armata seguiamo la traccia verso la "Città Morta" degli antichi minatori, mentre scruto dove è possibile far divertire il gruppo sulla neve ancora intonsa. Giunti in prossimità dell'antico insediamento ci fermiamo per una sosta e vedendo le facce affamate con tanto di fumetto rappresentante un piatto di polenta e salsicce, gli risparmio ulteriore fatica, ma non risparmio il mio immancabile spiegone su Abeti, Larici, Walser che diventano presto dei Balsen pensando al pranzo.

Dietro front e questa volta non seguiamo più la traccia ma ci lanciamo liberi su un percorso alternativo per testare le nostre ciaspole su percorsi non battuti.

QuarazzaOratorio 1700

C'è chi si mette a gareggiare sulla neve

QuarazzaOratorio 1705

e chi se la prende più comoda contemplando il paesaggio fiabesco

QuarazzaOratorio 1706

Ma poi finiamo tutti a gustarci qualcosa di delizioso

QuarazzaOratorio 1715

Per poi ritornare a valle e terminare la nostra giornata con la messa recitata da Don Leandro nella chiesa principale di Macugnaga.

QuarazzaOratorio 1738

Complimenti a tutto l'allegro e simpatico gruppo dell'Oratorio S.G. Bosco di Abbiategrasso, siete stati bravissimi nella vostra prima ciaspolata.

QuarazzaOratorio 1722

GUARDA IL FOTOALBUM COMPLETO SU GOOGLE FOTO

 

e-max.it: your social media marketing partner

Associato a:

 

GeaVcoLogo 80