CIASPOLATA A CHENEIL TRA VENTO, SVENTURE E SUPER PANORAMI 

Racconto di una Epifania movimentata

CheneilClavalite 0433 smallCosa succede quando raggiungi la partenza del sentiro e il freddo intenso travolge parte del gruppo?

Partiamo da Milano con una giornata tersa ed in perfetto orario, tutto fila liscio colazione compresa. Raggiungiamo il parcheggio di Cheneil dove veniamo accolti da temperature siderali che ci creano non pochi problemi nella preparazione per l'escursione. Sfido chiunque ad allacciarrsi gli scarponi con i guanti stile polo nord dove se li togli perdi ogni sensibilità!

Finalmente tra un "coraggio che fra dieci minuti siamo al sole" ed un "appena iniziamo a camminare avremo caldo" siamo tutti pronti a partire. La neve è durissima e nel primo tratto che ci conduce al micro abitato di Cheneil è addirittura ghiacciata. Con i soliti problemi di allacciatura ciaspole per fortuna risolti in pochi minuti raggiungiamo il tanto desiderato sole. Non che qui faccia caldo ma almeno il freddo è meno intenso. Cerco di raccontare qualcosa sul monumento naturale che abbiamo di fronte, il Cervino,  ma vedo che in parte del gruppo è  in atto una sorta di danza gitana sulla neve, chiaro segno dei primi principi di delirio da freddo, quindi opto per la ripresa del cammino.

CheneilClavalite 0425

Risaliamo per un bel lariceto ancora in ombra ma il sole inizia a fare capolino

CheneilClavalite 0431

Poco sopra il minuscolo paese nel suo minuscolo mondo, l'aria fredda e la calda colazione mette in crisi qualcuno. Sono purtroppo situazioni che possono capitare e vi assicuro che non c'è' cosa peggiore quando lo stomaco si mette a fare i capricci. Alla fine dal bollettino di guerra perdiamo tre soldati, che a quanto pare dopo essersi ravvivati si sono coccolati al calduccio del ristoro con piatti caldi e gustosi. Noi invece ricomposto il gruppo alpino Lombardo-Piemontese, ci dirigiamo verso la nostra meta dove tra dolci gobbe e sole ci attende il minuscolo Santuario. Sul cammino lo spettacolo è unico!

CheneilClavalite 0433

Morbidi pendii lasciano spazio a brevi tratti più ripidi

CheneilClavalite 0442

Qualcuno implora pietà?

CheneilClavalite 0438

No no sono tutti divertiti

CheneilClavalite 0441

Sul finire il vento inizia a dare fastidio ma per fortuna le mura del Santuario di Clavalitè ci offrono un buon riparo ed il sole cerca di scaldarci un pochino permettendoci una pausa tranquilla e godereccia.

CheneilClavalite 0444

Qui è tutto minuscolo ad eccezione del panorama che è grandioso dove il protagonista è il Cervino o Gran Becca come viene chiamato dai locali. Preparo il tutto per la foto di gruppo e click foto fatta, ma ricontrollando l'immagine manca una persona che si era persa tra le foto sfere del suo cellulare. 

Intoppo numero due: "Davide mi si è rotta una ciaspola!" Per fortuna i ramponcini gli salvano la discesa sulla neve dura

CheneilClavalite 0469

ma gli impediscono di lanciarsi sui pochi pendii morbidi che invece hanno fatto divertire il resto della truppa. Le immagini parlano da sole

CheneilClavalite 0467

Qualcuno prova una nuova tecnica di discesa

CheneilClavalite 0468

Arrivati a Cheneil tutti al caldo del bar tra dolci, birre e bevande calde.

CheneilClavalite 0508

Complimenti a tutti per la bella giornata e arrivederci alla prossima uscita

CheneilClavalite 0452

GUARDA IL FOTOALBUM SU GOOGLE FOTO

e-max.it: your social media marketing partner

Associato a:

 

GeaVcoLogo 80