DEVERO SANGIATTO CON ALLEGRIA

Ciaspolata di fine autunno per pestare la prima neve.

DeveroSangiatto 9401 smallSe di neve vogliam parlare al Devero bisogna andare! Questo inverno sembra vuole iniziare nel segno di qualche piccolo spazio bianco a mo' di macchia di leopardo sulle Alpi. Devero è la località dove solitamente nevica e rimane la neve nonostante le temperature degli ultimi inverni non sono così "invernali".

Mentre per qualcuno la sveglia gli ha tirato un brutto scherzo, anche le sveglie vanno in ferie, noi scivoliamo silenziosamente o quasi sull'autostrada in direzione Baceno dove veniamo accolti dal resto del gruppo, la nota banda dei Novaresi, che hanno già provveduto ad assaggiare le deliziose brioches del bar pasticceria.

Mentre aspettiamo i non svegliati che sopraggiungeranno alla velocità della luce con la sveglia che chiede umilmente perdono, ci accomodiamo per fare colazione e provvedere a svuotare il bauletto del bar pieno di leccornie.

Ma non siamo venuti fino a qui per le brioches ma per ciaspolare, quindi tutti a Devero che la neve ci aspetta. Neve? dove? Eh si alla partenza il bottino bianco è piuttosto magro, ma sono fiducioso che cento metri sopra qualche centimetro in più lo troviamo. Quindi ciaspole ai piedi si inizia a camminare su esigue lingue di neve giusto per prendere confidenza con questi strani e goffi attrezzi.

DeveroSangiatto 9356

Fa meno freddo che in pianura e mentre camminiamo la temperatura si alza, direi che è meglio togliersi qualche strato

DeveroSangiatto 9367

La neve è pochina, rischio valanghe qui direi pari a zero quindi non facciamo ulteriore strada e saliamo in maniera più diretta seguendo il sentiero estivo, così proviamo anche un po' di tecnica ciaspolatoria

DeveroSangiatto 9370

La salita in alcuni brevi tratti impenna come un garelli truccato e per incoraggiare la truppa di aspiranti ciaspolatori tiro fuori la mia massima della giornata: "tranquilli che adesso spiana" e raccontando qua e là su quanto sia forte il Larice raggiungiamo un bel pianoro dove possiamo tirare il fiato.

DeveroSangiatto 9376

Ma abbiamo anche un giovane giovane in mezzo a tanti giovani meno giovani

DeveroSangiatto 9378

Riprendiamo a salire lungo la poderale e dopo il primo tornante ecco apparire il Grande Ovest di Devero!

DeveroSangiatto 9381

Ma basta percorrere un altro tornante e raggiungiamo anche l'Alpe Sangiatto oggi silenzioso e appartato

DeveroSangiatto 9388

Qui facciamo una pausa mentre il sottoscritto inizia una predica biblica sul San Formaggio di Sangiatto per farci mandare tante forme di buon bettelmatt e Ossolano per Natale

DeveroSangiatto 9389 pier

Per la pausa pranzo raggiungiamo il punto culminante del piccolo anello così evitiamo altre risalite dopo pranzo. Scegliamo un bel balconcino panoramico tra i monti di Devero e la bella presenza dell'Arbola la dama ossolana. Ci gustiamo il sole di questa giornata tersa e dopo la piccola pausa contemplativa sui monti iniziamo la nostra discesa a valle

DeveroSangiatto 9401

Volevo fare un percorso più diretto ma la neve è troppo dura e gelata ed il bosco già in ombra quindi ho cercato di sviare i traversi più ripidi. Troviamo un piccolo pendio con neve più soffice e scivolosa, qui si poteva provare la tecnica ciasposciatoria con chiappa... la tecnica è molto personalizzabile!

DeveroSangiatto 9415

Raggiungiamo Crampiolo, piccolo break alla Baita dove la buona ospitalità non manca e poi via verso le macchine. Le giornate sono cortissime e giungiamo al parcheggio quando inizia a calare il buio ma contenti per la giornata per alcuni faticosa ma sicuramente appagante per l'ambiente straordinario del Devero. Complimenti a tutta l'allegra banda di oggi.

DeveroSangiatto 9397

GUARDA IL FOTOALBUM COMPLETO SU GOOGLE FOTO

e-max.it: your social media marketing partner

Associato a:

 

GeaVcoLogo 80