SUL PERNICE E TODANO NEL PARCO NAZIONALE VALGRANDE

Su e giù per creste panoramiche sul Lago Maggiore

MteTodano 8757 smallFinalmente con una giornata come si deve, siamo andati a fare escursionismo sulle montagne del Verbano. Partiamo da Milano con un cielo un po' cupo, il classico da giornata nebbiosa milanese, e arriviamo a Verbania con il cielo velato e monocromatico. La prima domanda che mi viene rivolta è la seguente: "Ma non doveva essere una bella giornata?", confesso che un po' di sano dubbio lo avevo anch'io perche le previsioni parlavano di una bella giornata con al più qualche velatura. La mia risposta da guida è: "Sì sta arrivando il sole è un po' in ritardo ma l'ho prenotato!" ma nonostante le mie rassicurazioni le faccie non erano molto convinte!

Con il cappuccio e la broches in pancia raggiungiamo la partenza del sentiero con qualche difficoltà a parcheggiare perchè la zona sembra presa d'assalto dal noto gruppo vacanze piemonte. Una piccola intro sul percorso odierno che dichiaro facile e dal grande panorama e poi ci incamminiamo tra felci e betulle mentre il cielo azzurro inizia a farsi ampiamente strada tra le velature del mattino.

MteTodano 8742

Poi raggiungiamo un crocevia di sentieri, alcuni ben visibili altri molto meno

MteTodano 8753

Ovviamente chi mi conosce sa che non scelgo mai la via più ovvia e saliamo per quello meno visbile ma che conosco e garantisce un panorama da urlo!

MteTodano 8757

Il sentiero è così visbile che tra una chiacchera e l'altra seguo una traccia non traccia, che ci porta a fare un piccolo fuori pista tra erba alta e felci, ma ripresa la retta via eccoci sulla prima cima della giornata: Il Monte Pernice

MteTodano 8772

Panorami a go go che spaziano dal vicino Monte Rosa e al lontano ma ben visibile Monviso ai 4000 svizzeri, che non sto ad elencare perchè sono tanti e con nomi impronunciabili, fino alle Grigne, Legnone, Disgrazia, Bernina e chi più ne ha più ne metta.

La ravanata del fuori percorso impone una piccola sosta ma nel frattempo il monologo sul Parco Nazionale Valgrande incanta quanto un fachiro indiano sul letto di chiodi. Sarà forse il richiamo della natura selvaggia e dell'eremitismo che evoca la Valgrande.

Una volta sciolta l'ipnosi valgrandina scendiamo dalla cima e con una risalita un po' faticosa vista l'ora di pranzo raggiungiamo la cima del Monte Todano dove incontriamo un amico

MteTodano 8814

Ma là in fondo c'è un'altra cima!? ci vuole tanto? No e allora andiamo! così andiamo a toccare la seconda cima del Todano o Balmitt giusto per fare quattro passi digestivi!

MteTodano 8845

Siamo ormai a fine Novembre le giornate sono corte ed è ora di scendere, volevo fare una puntata ad un bivacchino carino proprio dentro i confini del Parco Valgrande ma sentivo già discorsi di fame, con racconti di gente che si mangiava le faggiole, cavallette e altre cose simili. Quindi meglio dirigersi diretti alla sosta pre partenza dove ci siamo gustati una ottima torta della casa prima che mi tirassero fuori una ricetta a base di vermetti cinesi.

Grazie a tuttti i partecipanti come sempre un gruppo allegro spensierato e con tanta voglia di vivere all'aperto.

MteTodano 8850

GUARDA IL FOTOALBUM COMPLETO SU GOOGLE FOTO

e-max.it: your social media marketing partner

Associato a:

 

GeaVcoLogo 80