merlaLa leggenda dei Giorni della Merla

 

Siamo nei così detti “Giorni della Merla”, gli ultimi 3 giorni di Gennaio, tutti sanno che generalmente sono i giorni più freddi dell’inverno, almeno così dovrebbe essere! Non tutti sanno la leggenda di questo famoso detto. In giro si trovano tante versioni, ci vorrebbe uno studio approfondito, ma lo lascio fare a chi ne sa più di me! Personalmente credo che ogni zona d’Italia abbia la sua versione, questo è anche uno degli aspetti fantastici della nostra cultura, che spesso tendiamo a disprezzare. Siamo originali e mai noiosi.

Cercando sulla rete, ho trovato la versione che più mi piace e credo rispecchi quella più diffusa:

C’era una volta, il mese di Gennaio, freddo e gelido e un po’ birichino. C’era anche una merla tutta bianca, che era diventata la vittima prediletta del primo mese dell’anno.

Gennaio si divertiva a perseguitare la merla, ogni volta che la merla usciva dal nido a cercare il cibo, Gennaio subito ricopriva la terra di neve e ghiaccio, così da non far trovare cibo alla povera bestiola. Un anno, la merla, stanca di questa persecuziomerlone durante il mese di dicembre fece scorta a sufficienza per tutto il mese di Gennaio, che a quel tempo era di 28 giorni. Il 28 del mese, la merla, credendo di aver raggirato gennaio, uscì dal suo nido cinguettando. Ma la povera Merla non sapeva che la partita non era ancora finita! Infatti gennaio, più furbo della poveretta, chiese a Febbraio tre giorni in prestito e scatenò bufere di neve e pioggia. 

Le basse temperature, la neve e il gelo spinsero la merla a ripararsi in un comignolo di un camino caldo e ben riparato, dove rimase fino a febbraio. Quando uscì il suo aspetto era diverso e le sue penne, per la fuliggine erano diventate tutte nere. Da quel giorno tutti i merli nacquero neri. Da quell’anno, il 29, 30 e 31 gennaio, che prima erano di Febbraio e quindi più miti, siamo costretti ad subire i capricci di Gennaio che fa gli scherzi a tutte le Merle. I giorni della Merla!

In realtà, i Merli (maschi) sono generalmente tutti neri con il becco giallo e le Merle (femmine) hanno invece una livrea più chiara, di colore bruno scuro. Esistono rari casi di parziale albinismo, cioè si possono trovare Merli con alcune parti bianche.

e-max.it: your social media marketing partner

Associato a:

 

GeaVcoLogo 80