La straordinaria vita dei Walser a sud delle Alpi

 Mascognaz extended

 Quando ci si domanda chi siano i Walser, si pensa all'origine del nome. Walser deriva da Walliser o meglio Vallesani, quindi persone del Vallese. Il Vallese oggi è un grande cantone svizzero, posto a confine con l'Italia estendendosi dal Sempione al lago di Ginevra, nel medioevo era dominio del Vescovato di Sion. I Walser originariamente si sono insediati nell'altopiano del Goms situato nel lembo più orientale del Vallese, posto ai piedi del Sempione e del Passo della Novena.

I Walser sono dei coloni di origine allemanda, gente che cercava territori vergini da bonificare e rendere produttivi.

Otro winterMa cosa ci fanno in italia i Walser? I Walser si sono insediati in Val Formazza, in Valle Anzasca a Macugnaga, in Valle Strona a Campello Monti, in Valsesia ad Alagna e Otro, in Val di Gressoney ed in Val d'Ayas. I motivi ipotizzati sono tanti e sono tutti da scoprire visitando i loro insediamenti, ripercorrendo i loro sentieri, conoscendo le valli che hanno abitato, ma soprattutto bonificato e reso “produttivo”.

Parlare di produttivo in montagna è davvero una parola grossa, anzi direi, “difficile”. Alle quote in cui si sono insediati, fare anche della semplice agricoltura e pastorizia era molto faticosa e dal punto di vista della resa rischiosa, di più nel medioevo ma lo è tuttora con i nostri potenti mezzi. A quei tempi era semplicemente difficile sopravvivere, eppure Riale springhanno vissuto stabilmente in quelle zone fin dal 1200 dc. Pastorizia, agricoltura cerealicola, canapa, artigianato, queste erano le loro attività principali, comuni a molte civiltà di montagna, ma loro avevano una marcia in più o meglio una difficoltà in più: la quota. Oltre i 1000 metri nelle alte vallate alpine l'inverno dura di più, le condizioni climatiche sono più severe. Solo una attenta valutazione dell'ambiente, del clima e delle risorse naturali nelle immediate vicinanze può dare la possibilità di creare un insediamento. I Walser avevano queste capacità nel medioevo, la loro marcia in più era l'esperienza, tramandata da padre in figlio, di comunità in comunità. L'elemento straordinario è che visitando gli insediamenti nelle diverse valli alpine da loro colonizzate, si noteranno delle differenze nella costruzione, nello stile di vita e nelle attività, segno che hanno una grande capacità all'adattamento a ciò che la natura poteva offrire come sostentamento.

La maggior parte degli insediamenti Walser sono in zone alpine di grande fascino, panorami mozzafiato, luoghi incantevoli d'estate e meravigliosi in inverno.

Percorrere i loro sentieri ed ascoltare le loro storie, conoscere la natura che circondava queste genti, ci catapulta in un concetto di vita molto differente dal nostro. Riflettere sul loro stile di vita e sul nostro attuale non può fare altro che accrescere il nostro bagaglio culturale e con molta probabilità migliorare la nostra vita.

 

e-max.it: your social media marketing partner

Associato a:

 

GeaVcoLogo 80