MAGICA VAL DI FUMO

Un fine settimana da urlo in una valle stupenda!

01 VfumoTrek 6153Quando le cose combaciano perfettamente il risultato è scontato: Meteo ottimo, gruppo affiatato e allegro, guida simpatica (mi auto elogio), una valle spettacolare, un rifugio super confortevole. Cosa chiedere di più? Una grappa al pino mugo, grazie!

Si parte da Milano con una giornata al limite del “muffo” con nuvole basse e un cielo tipico da fine settembre. Si arriva in Val di Fumo con le cime ricoperte dalle nubi, come suggerisce il nome della valle, ma tra le nubi ci sono anche ampi spazi di sereno.

Alla partenza del nostro trekking le gambe, dopo tre ore di auto, sono acroccate in stile fantozziano ma ci pensa subito la carrozzabile che costeggia il lago a farci sciogliere i muscoli e a farci riprendere la grinta dell’escursionista incallito!

VfumoTrek 6121

In poco più di quaranta minuti di noiosa poderale eccoci nel vivo della Valle con la stupenda visione della Val di Fumo e la sua caratteristica forma a U perfetta e le nubi a mò “fumo” che invadono le cime del Carè Alto e dell’Adamello. Ma sarà per questo motivo che si chiama Val di Fumo? La domanda me l’aspettavo!!

VfumoTrek 6128

Tra sole, nubi poi sole, poi nubi arriviamo al rifugio, depositiamo gli zaini, sgranocchiamo il nostro pranzo frugale baciati da un tiepido sole e un po' di relax.

Ma non troppo mi raccomando!

VfumoTrek 6151

Poco dopo ci incamminiamo nel fondovalle fiduciosi che il “fumo” si sarebbe diradato. Arrivati alla fine del vallone le nubi insistono così come l'aria frizzante, quindi la pausa al sole direi che la rimandiamo a domani! torniamo verso valle e ci rintaniamo al caldo del rifugio. Qualcuno di noi azzarda un aperitivo con birra fresca e patatine all’esterno e ci riusciamo anche se faceva piuttosto freddo… ma noi siamo escursionisti duri e puri e lo “spritz della Milano da bere” lo facciamo all’aperto, cascasse il mondo!

Si cena! E che cena! Tra risotto al formaggio e vino, carne salada, gulash, formaggi, un ottimo strudel e tanto vino e grappe, ci siamo saziati recuperando in pieno le forze. Il vino e le grappe hanno alzato i giri dei discorsi: da un tavolo giungevano doppi sensi a base di cetrioli, zucchine, vacanze con due uomini e 10 donne ecc… ma anche questo fine settimana siete in vacanza ancora che diamine!

Dopo cena con qualche appassionato di fotografia ci mettiamo vicini al torrente a poca distanza dal rifugio per fotografare la stellata e per fare foto creative con le luci della frontale. Prova così e prova colà, il tempo passa e poco ci manca che la rifugista ci chiude fuori.

VfumoTrek 6172

Driiiiiiiiinnnnn svegliaaaa, guardo fuori dalla finestra e il cielo è terso con una visibilità da urlo.

VfumoTrek 6187

La giornata parte bene e dopo colazione eccoci in tenuta semi estiva nonostante l'aria frizzante in cammino verso il passo. Il sentiero non è dei più belli, a dir la verità tutti i sentieri dell’Adamello sono piuttosto tormentati e faticosi, ma si sa che per raggiungere questi luoghi stupendi occorre un po’ di fatica ma quest'ultima viene ampiamente ripagata una volta arrivati a destinazione.

Tranquilli che adesso spiana! E’ una balla non spianerà mai!!

VfumoTrek 6197

Arriviamo al dosso che anticipa la risalita al passo, da qui il panorama è spettacolare, parte l’orgia fotografica con il consueto momento dei fotografi creativi che si dilettano in immagini altrettanto creative.

VfumoTrek 6223

Alcuni si fermano a circa 300 m dal passo perché il percorso che conduce alla sua sommità è piuttosto faticoso: occorre farsi strada tra grossi massi, è come camminare sugli scogli solo che non c’è il mare e non sono scivolosi. Ma un conto è farlo per pochi metri un conto è farlo per un dislivello di 300 m in salita. Per non farli sentire in mia assenza soli gli affido la mia radiolina per restare in contatto con noi, scopro poi che è stata adoperata per un presunto caso di abbordaggio in stile “rimini rimini” da parte di intrusi dell’etere!!

Tra un “dai che manca poco” e un “dai che il punto più faticoso è breve” arriviamo finalmente al passo. Soddisfazione a mille a coronare la fatica ed un panorama da urlo!:

Da una parte l’Adamello con i suoi ghiacci

VfumoTrek 6266

dall’altra le Dolomiti di Brenta, intorno a noi montagne stupende e la visione di tutta la val di Fumo.

VfumoTrek 6248

Uno spettacolo della natura! In questi luoghi è doveroso ricordare che dove noi ora stiamo godendo della bellezza e della ludicità della montagna, durante la prima guerra mondiale si sono combattute sanguinose battaglie tra uomini e tra uomini e natura. Lungo tutta la linea del passo, dalla cima del Carè alto e dalla cresta di San Valentino sono ancora visibili il filo spinato e i baraccamenti militari, oltre ad altri pezzi di armamenti, scatolette e materiale utilizzato dai militari durante la guerra.

In quota si sta bene ma dopo le foto di rito, meglio tornare giù. Le tenaci donne che sono arrivate fino a qui pensano ansiosamente alla discesa, che poi risulta non essere così difficile come la pensavano, e raggiungiamo il resto del gruppo in tempo per pranzare tutti assieme sopra un comodo masso al sole e al cospetto dell’Adamello.

VfumoTrek 6262

Questo gruppo è uno spasso! Il lato bello di questo lavoro è che quando trovi gente simpatica e di buona compagnia il tempo passa bene e troppo in fretta. In fretta! cavoli forse è meglio rientrare al rifugio altrimenti arriviamo a notte fonda a Milano.

Giù per il sentiero! che poi chissà perchè al ritorno sembra sempre infinito. Qualche aiutino a chi fa fatica a scendere da tratti con gradoni di roccia in stile scalitanata di Machu Picchu e finalmente siamo al rifugio dove ricomponiamo armi e bagagli, compriamo dell’ottimo formaggio in malga, ci facciamo il selfie con i cavalli

VfumoTrek 6355

…… e poi torniamo alle auto pronti a tornare nella civiltà. Di questo te ne accorgi quando il telefono inizia a trillare con le notifiche dei messaggi!

L’arrivo al capoluogo lombardo è come sempre accompagnato dall’immancabile “Rallentamenti per traffico intenso” ma per fortuna nulla di proibitivo.

Il bellissimo gruppo di questo fine settimana con alle spalle il Carè Alto coperto da qualche innocqua nube

VfumoTrek 6343

GUARDA IL FOTOALBUM COMPLETO SU GOOGLE+

e-max.it: your social media marketing partner

Associato a:

 

GeaVcoLogo 80