DOMENICA ALTERNATIVA IN VAL DI FEX

Escursione di ripego causa coda indefinita per una svizzera indefinibile

VFex 6025Alla faccia di chi dice che in Svizzera tutto funziona! Perché arrivare a Sankt Moritz dopo quasi tre ore di macchina e trovare la strada bloccata per una gara di non si sa cosa, che non si trova pubblicizzata in nessun sito e/o striscione non ha prezzo… anzi un prezzo ce l’ha, è la pazienza che dopo un po’ sbotta in una serie di “xy!!###@@@§§§<<<”

Cosa fare? All’alba delle 11.00 non ci sono molte soluzioni sul piatto d’argento ed elaboro velocemente una alternativa in zona che non ci faccia viaggiare troppo e soprattutto che non ci porti a camminare più di quel tanto per non partire troppo tardi… che poi a che serve ripartire presto quando al ritorno ti fai una coda in stile “fuga dall’apocalisse”??? Già da tempo ho maturato la saggia decisione che per i programmi futuri il Sabato sarà la giornata per le escursioni lombarde che vanno oltre il Lecchese!

Andiamo per ordine, il gruppo di questa domenica è numeroso ma tutti sono pimpanti, simpatici e allegri. Tra ritrovi modificati all’ultimo causa sveglie ribelli che non suonano all’ora giusta (in questo caso ci pensa la guida a dare la sveglia e diventa interessante proporre come servizio: “la sveglia a distanza via smartphone” ormai è tutto smart!) eccoci finalmente a Chiavenna al solito bar che ci da il buongiorno con le sue delizie. Il tempo stringe ed eccoci in perfetto orario, o quasi, sulla strada per Sankt Moritz dove veniamo accolti da un insolito traffico svizzero! Attendiamo, poi attendiamo, poi ci alteriamo ma attendiamo e alla fine ci stufiamo! Così mi decido ed esco dalla macchina e prima che a qualcuno balzi l’idea di organizzare un torneo di calcetto tra automobilisti, indosso le vesti del Mago Silvan che pesca dal cilindro una alternativa fresca di giornata grazie al mio barbatrucco!

Via dietro front! Andiamo nella stupenda e pacifica Val di Fex a calmare gli animi!

 VFex 6039

Qui la giornata, il luogo e la precisione svizzera recuperano qualche punto anche se rimane sempre un retrogusto amaro. Il percorso è decisamente facile e godereccio e in poco più di un’ora arriviamo nei pressi di un alpeggio dove abbiamo tutto il panorama della val di Fex e della sua testata. Il piccolo ghiacciaio è ormai ridotto ai minimi termini. Dal cilindro magico gentilmente concesso dal Mago Silvan tiro fuori qualche nozione di glaciologia e non solo, perché lo spinacio selvatico sotto i nostri piedi mi ispira ad una ricetta semplice ma gustosa.

Le nuvole scure pomeridiane previste iniziano a farsi strada, ma sono ancora relativamente tranquille, quindi per il ritorno opto per un piccolo anello che ci porta ad apprezzare il panorama.

Lo apprezziamo dal lato A

VFex 6064

Ma anche dal lato B

VFex 6059

Poi abbiamo anche dei simpatici incontri con gli abitanti locali!

VFex 6067

Qualche goccia inizia a traboccare dalle nubi sopra di noi, ma non appena indosso la “giacca in gore-talismanox” miracolosamente la pioggia cessa e spunta anche un timido sole che ci permette di raggiungere il paese di Sils senza prendere acqua.

Il rientro in auto, dimentichiamolo ma ricordiamoci i bei panorami, le tante cose dette, sentite e vissute.

Bellissima compagnia e tutti bravi soprattutto per la pazienza di chi si è prodigato alla guida con relativa coda.

VFex 6069

GUARDA IL FOTOALBUM COMPLETO SU GOOGLE FOTO

e-max.it: your social media marketing partner

Associato a:

 

GeaVcoLogo 80