LA NEBBIA ALL’ALPE CORTINO PIOVIGINANDO RESTA!

Nebbia, boschi fatati e ambiente intimo

ACortinoRed 0204Nelle ultime settimane il meteo ci sta giocando brutti scherzi: belle giornate durante la settimana e brutte il fine settimana. E’ vero che bisogna prenderla come arriva, va bene che ha fatto un lunghissimo periodo di siccità, ma se almeno si invertisse l’alternanza del bello e del brutto ci farebbe un grosso favore! Per noi povere guide la lotta con il meteo è quotidiana se poi aggiungiamo anche che nel DNA dell’italiano medio c’è una certa indisponibilità alle brutte giornate, è garantita la defezione della maggior parte degli escursionisti.

Sono anch’io d’accordo che camminare in montagna con una bella giornata è impareggiabile, ma anche le atmosfere nebbiose e uggiose hanno il loro fascino. In sintesi l’escursione in Val Vigezzo è stata così: umida! Però abbiamo vissuto delle atmosfere intime e pacifiche nel bosco.

Arrivati con l’auto a Malesco ci infiliamo subito nel bar della piazza, urgono un caffè ed una brioche per svegliarci bene, le giornate nuvolose lasciano sempre un velo di sonnolenza e poi a me serve una carica per affrontare con l’auto la stretta strada della Val Loana completamente imbiancata dal nevischio sceso nella notte. Per fortuna ne è sceso solo un sottile strato e si sale senza difficoltà. Arrivati al parcheggio lo troviamo vuoto e la cosa non ci sorprende vista la giornata anzi lo vedo come un buon segno, avremo la montagna tutta per noi! Ci incamminiamo lungo il sentiero estivo, nella parte bassa la neve è poca e non serve calzare le ciaspole ma salendo lo spessore aumenta notevolmente tanto che diventano necessarie. ACortinoRed 0211

La traccia non esiste e mi tocca batterla fino all’Alpe così ce la prendiamo comoda, l’itinerario è breve  e ci possiamo concedere le dovute soste per scattare qualche foto e raccontare qualche leggenda. In questi luoghi c’è il rischio di incontrare il famoso Basilisco oppure di vedere apparire nella nebbia “l’uomo selvatico”!

Più saliamo, più la neve aumenta! Siamo avvolti dalla nebbia ed in alto è ancora più fitta. Tento di convincere il gruppetto allegro e baldanzoso a salire verso la cima, nella speranza che più sopra il cielo si apra, ma vengo subito lapidato dagli sguardi. Qualcuno mi sussurra che ha già fame!
Ritorniamo sui nostri passi per scendere all’alpe Cortino dove ci ricaviamo uno spazio comodo e al riparo vicino ad alcune baite dove consumiamo il nostro pranzo al sacco; Le temperature nonostante la giornata brutta sono alte, l’aria è umida ma non fredda tanto che i guanti sono superflui.
Le speranze di qualche spazio di cielo azzurro si azzerano quando vediamo arrivare la nebbia dal fondovalle, quindi conviene scendere a Malesco per prendere una buona cioccolata calda prima di tornare a casa.

Complimenti alle temerarie partecipanti che hanno apprezzato l’allegra compagnia.

ACortinoRed 0215

GUARDA IL FOTOALBUM COMPLETO SU GOOGLE+

e-max.it: your social media marketing partner

Associato a:

 

GeaVcoLogo 80